Redditività degli investimenti

Redditività degli investimenti e harvesting rate del segmento danni

Reddittività corrente Harvesting rate Reddittività di conto economico Reddittività complessiva

31.12.2011 31.12.2010 31.12.2011 31.12.2010 31.12.2011 31.12.2010 31.12.2011 31.12.2010
Strumenti a reddito fisso 3,9% 3,8% -0,9% 0,8% 3,0% 4,6% 1,2% 3,2%
Strumenti di capitale 2,8% 2,6% -6,0% -0,2% -3,2% 2,4% -7,9% 0,8%
Investimenti immobiliari 8,6% 8,7% 2,5% 2,3% 11,1% 11,0% 11,1% 11,2%
Altri investimenti 1,9% 2,9% 1,6% -1,0% 3,5% 1,9% 3,5% 1,9%
Totale investimenti 4,3% 4,4% -0,7% 0,7% 3,8% 5,3% 2,2% 4,3%

Mentre la redditività corrente del totale investimenti del segmento danni risulta sostanzialmente stabile rispetto al 31 dicembre 2010, attestandosi a 4,3%, si osserva un peggioramento del contributo al risultato del periodo derivante dalle operazioni di harvesting, che si attesta a -0,7% (0,7% al 31 dicembre 2010) a causa delle maggiori perdite da valutazione registrate sui titoli ellenici e della flessione dei profitti netti di realizzo conseguiti dal Gruppo in questo segmento.

La redditività complessiva, che accoglie oltre alla redditività corrente le variazioni di valore del periodo rilevate sia a conto economico che a patrimonio netto, si attesta a 2,2% (4,3% al 31 dicembre 2010) a causa della contrazione di valore dei portafogli azionari ed obbligazionari rilevata in particolare a patrimonio netto nella seconda metà dell’anno in corso.

Con riferimento al portafoglio obbligazionario, grazie all’attività di investimento finalizzata a sostenere un’adeguata liquidità dei portafogli provvedendo, parallelamente, a garantire un’adeguata redditività cedolare, la redditività corrente si mantiene sostanzialmente stabile, passando da 3,8% al 31 dicembre 2010 a 3,9%. Negativo invece il contributo dell’harvesting rate da 0,8% al 31 dicembre 2010 a -0,9%, a causa sostanzialmente sia dell’incremento delle perdite nette da valutazione, principalmente riferibili ai titoli sovrani greci, che della flessione dei realizzi netti conseguiti dal Gruppo.

Anche la redditività complessiva del comparto obbligazionario, costituita dalla redditività corrente e da quella derivante dalle variazioni di valore intervenute nel periodo e rilevate sia a conto economico che a patrimonio netto, registra una flessione attestandosi a 1,2% (3,2% al 31 dicembre 2010). Tale andamento risente, infatti, della contrazione di valore del portafoglio obbligazionario rilevata nel patrimonio netto sia dei titoli corporate, in particolarenel terzo trimestre a fronte di un allargamento degli spread, che della componente governativa principalmente nell’ultimo trimestre dell’anno a seguito dell’inasprimento della crisi sui titoli dei Paesi dell’Area Euro ad elevato indebitamento pubblico e, in particolare, su quelli italiani.

In crescita risulta anche la redditività corrente degli investimenti azionari che passa da 2,6% al 31 dicembre 2010 a 2,8%, mentre registra un peggioramento il contributo al risultato del periodo derivante dalle operazioni di harvesting che si attesta a -6,0% (-0,2% al 31 dicembre 2010), a seguito del deterioramento di tutte le componenti dell’indice, in particolare della flessione dei realizzi netti conseguiti a fronte del negativo andamento dei mercati borsistici, in particolar modo, nel terzo trimestre dell’anno. Si riduce, inoltre, anche la redditività complessiva, che accoglie oltre alla redditività corrente, le variazioni di valore intervenute nel periodo rilevate sia a conto economico che a patrimonio netto, che si attesta a -7,9% (0,8% al 31 dicembre 2010) a fronte dell’andamento sensibilmente negativo dei corsi azionari nel terzo trimestre, solo parzialmente compensato dal recupero osservato durante l’ultimo trimestre del 2011.

Il contributo della redditività corrente degli investimenti immobiliari al risultato del periodo si mantiene sostanzialmente stabile, attestandosi a 8,6% (8,7% al 31 dicembre 2010). Sostanzialmente stabile, infine, il risultato derivante dalle operazioni di realizzo, al netto delle svalutazioni e degli ammortamenti del periodo (harvesting rate), che si attesta a 2,5%.

Redditività degli investimenti
(€ mln) 31.12.2011 31.12.2010 Quarto trimestre
2011
Quarto trimestre
2010
Reddito operativo degli investimenti 1.120,3 1.196,1 272,5 303,0
Proventi e oneri operativi derivanti da strumenti finanziari a fair value rilevato a conto economico 40,7 43,8 16,5 13,4
Proventi e oneri operativi derivanti da altri strumenti finanziari 1.079,6 1.152,3 256,0 289,6
Interessi e altri proventi 1.590,3 1.634,2 405,1 424,3
Interessi passivi relativi al debito operativo -198,4 -155,5 -66,6 -36,2
Altri oneri da strumenti finanziari ed investimenti immobiliari -312,3 -326,4 -82,5 -98,5
Reddito non operativo degli investimenti  
 
 
 
Proventi e oneri non operativi derivanti da strumenti finanziari a fair value rilevato a conto economico -34,2 37,4 -6,0 0,1
Proventi e oneri non operativi derivanti da altri strumenti finanziari -409,0 31,0 -8,8 78,9
Profitti netti di realizzo da altri strumenti finanziari e investimenti immobiliari 243,8 412,3 149,5 166,5
Perdite nette da valutazione da altri strumenti finanziari e investimenti immobiliari -652,8 -381,3 -158,3 -87,6
AllegatoDimensione
P&C investment strategy and yields66.24 KB
Investment yields62.88 KB
P&C operating ratio on investments64.08 KB